Tutte le notizie in breve

La "campagna militare lanciata da circa due mesi a Sirte contro l'Isis ha fatto aumentare gli sfollati interni che hanno superato quota 90'000". A lanciare questo nuovo allarme è l'Ufficio delle Nazioni Unite per il Coordinamento degli Affari Umanitari (Ocha).

Nel suo bollettino precisa che "dal mese di aprile/maggio, 35'000 persone hanno lasciato Sirte, portando così il numero totale degli sfollati interni provenienti dalla città costiera libica a 90'449, oltre i tre quarti del totale della popolazione della città".

Secondo l'Ocha la "maggioranza degli sfollati cerca rifugio a Bani Walid, Tarhuna, Misurata e Al Jufrah, ed in altre aree delle Libia occidentale". L'Onu ha registrato un "recente picco di arrivi a Misurata", stimando "circa 1700 famiglie, o 8775 individui, con 3000 bambini sotto i tre anni".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve