Tutte le notizie in breve

"L'Isis ha rivendicato un attentato suicida con autobomba contro l'esercito libico a Bengasi sostenendo di aver causato circa 50 morti": lo scrive in un tweet Rita Katz, la direttrice del Site, la società americana che monitora l'attività dei jihadisti su internet.

'50 apostati dell'esercito libico uccisi in un'operazione-martirio a Bengasì, è il titolo della breve rivendicazione allegata al tweet. Il testo indica il nome del kamikaze (Abu Assem al Ansari) che ha colpito i soldati del "governo di Haftar", con riferimento al comandante generale delle forze fedeli a Tobruk.

"Nel quadro dei combattimenti in corso fra soldati del califfato e l'esercito libico apostata", l'attentatore "è riuscito a penetrare e afar esplodere l'autobomba in una gran folla di apostati", si sostiene nella rivendicazione che precisa: "questa operazione ha portato alla morte di circa 50 apostati e alla distruzione di 10 vetture, grazie a Dio".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve