Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

C' tanta preoccupazione Matthew ad Haiti e zone vicine

Keystone/AP/DIEU NALIO CHERY

(sda-ats)

Oltre 4 milioni di bambini possono essere esposti ai danni dell'uragano Matthew ad Haiti: e' l'allarme lanciato dall'Unicef, mentre la tempesta di categoria 4 si è abbattuta sull'isola.

"E' l'uragano peggiore a colpire l'isola negli ultimi decenni e il danno sarà senza dubbio significativo", ha dichiarato Marc Vincent, rappresentante Unicef ad Haiti.

Matthew sta facendo sentire tutta la propria forza, con piogge intense e raffiche di vento che possono arrivare anche ai 230 chilometri orari.

Gli effetti sono devastanti, soprattutto a causa delle inondazioni e gli smottamenti, lungo i villaggi della costa meridionale del Paese.

Al centro dell'attenzione delle autorità ci sono in queste ore proprio le inondazioni che hanno colpito, con intensità diversa, una dozzina di località nelle are del sud-sudest del Paese, oltre alla regione del Grand Anse (nordovest).

Tra i villaggi colpiti ci sono "Port Salut, Chardonniers, Anglais, Cvallion, Jacmel", ha precisato la protezione civile locale.

Robert Semelfort, responsabile dell'ufficio meteo, ha d'altra parte sottolineato che "l'uragano si sta spostando lentamente, ad una velocità pari a 13 chilometri l'ora" e che la situazione potrebbe migliorare solo domani.

Le forti piogge che dalle prime ore di oggi sono iniziate a cadere sul territorio del Paese più povero del continente americano hanno provocato smottamenti ad Anse Milieu, una località nel sud, dove circa 7000 persone sono state fatte sfollare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS