Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Purificarsi dopo gli eccessi culinari delle feste è uno dei buoni propositi più frequenti con cui si inizia il nuovo anno. Ma queste disintossicazioni rapide, ora tanto di moda, fatte magari con bevande a base di erbe, possono essere molto pericolose.

Per dimostrarlo i medici inglesi del Milton Keynes Hospital hanno segnalato sul British Medical Journal Case Reports il caso di una donna di 47 anni, ricoverata in gravi condizioni dopo aver preso rimedi a base di erbe e aver bevuto troppa acqua.

La vicenda risale a qualche mese fa ma è un monito, dicono gli specialisti, a tenere ben presente il rischio di queste disintossicazioni drastiche. L'idea di depurarsi degli eccessi delle feste natalizie, scrivono nello studio, non è necessariamente salutare e non ha basi scientifiche.

Nel caso descritto, la donna aveva preso un cocktail di erbe e rimedi alternativi a base di latte di cardo, I-teanina (amminoacido del tè verde), glutammina, composti della vitamina B, verbena e radice di valeriana, e bevuto moltissima acqua, tè verde e tè di salvia. Gli esami fatti in ospedale avevano mostrato livelli pericolosamente bassi di sodio nel corpo.

Sul tema è intervenuta con un documento anche l'Associazione dei dietisti britannici, in cui scrivono che ''l'idea stessa di disintossicarsi è un'assurdità. Non ci sono infatti pillole, bevande, cerotti o lozioni miracolose che lo fanno. Il corpo ha molti organi, come la pelle, l'intestino, il fegato e i reni, che purificano continuamente tutto il corpo''.

SDA-ATS