Tutte le notizie in breve

Alcuni membri del Partito socialista, in occasione della Festa nazionale, diventeranno "consulenti di naturalizzazione".

KEYSTONE/NICK SOLAND

(sda-ats)

In occasione della Festa nazionale, il Partito socialista (PS) lancia una campagna per la naturalizzazione di persone con un permesso B.

"Paragonata con altre realtà in Europa, la naturalizzazione in Svizzera è difficile, cara e assomiglia ad un percorso di guerra", spiega il partito sul proprio sito Internet.

Ricordando che dal primo gennaio 2018 solo le persone con un permesso C potranno chiedere il passaporto svizzero, il PS vuole informare, incoraggiare ed aiutare i titolari di un permesso B alla naturalizzazione, secondo il motto "una Svizzera per tutti".

Secondo informazioni pubblicate dal "SonntagsBlick", una cinquantina di membri del PS - fra i quali il presidente Christian Levrat - diventeranno autentici "consulenti di naturalizzazione". Inoltre, una lettera informativa verrà inviata a tutti i titolari di un permesso B, circa 650'000 persone. Sulla missiva verrà indicato chi può ambire al passaporto rossocrociato, a quali condizioni e quale procedura seguire.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve