Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Meyer Burger è un'azienda altamente tecnologica.

KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT

(sda-ats)

Taglio di impieghi presso la Meyer Burger: il gruppo con sede a Thun (BE) specializzato nelle tecnologie per l'industria fotovoltaica ha annunciato una ristrutturazione che comporterà la soppressione di circa 250 posti di lavoro, pari al 16% del totale.

Un terzo degli esuberi riguarda la Svizzera e soprattutto l'unità produttiva di Thun, spiega l'azienda in un comunicato odierno. Non sarà probabilmente possibile evitare licenziamenti.

Il programma di risparmio punta a ottimizzare le strutture organizzative - con interventi in particolare nei comparti ricerca e sviluppo, vendita, nonché servizi - e a focalizzare l'attività sulle tecnologie centrali per il gruppo. L'obiettivo è abbassare i costi operativi di circa 50 milioni di franchi all'anno, arrivando a godere di un "struttura molto snella". La manovra inciderà sui conti 2016 con oneri di 3-4 milioni di franchi.

Non si tratta del primo programma di risparmio per Meyer Burger, un'azienda confrontata con la difficile situazione del mercato solare: negli ultimi cinque anni i costi operativi sono calati di oltre un terzo a 210 milioni e nel primo semestre di quest'anno l'impresa - per la prima volta dal 2012 - è tornata in zona utili a livello Ebitda. Ma per assicurare la redditività a lungo termine le misure annunciate sono necessarie, afferma la direzione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS