Migranti: Croazia, aggredito giovane immigrato iracheno


 Tutte le notizie in breve

Un'immagine mostra alcuni migranti in Croatia (foto d'archivio).

KEYSTONE/AP/MARKO DROBNJAKOVIC

(sda-ats)

Un diciottenne immigrato, originario dell'Iraq, è stato brutalmente aggredito ieri in Croazia da un gruppo di giovani locali.

Finora in Croazia, che ospita un centinaio di migranti provenienti dal Medio Oriente, non sono stati registrati casi di aggressioni a sfondo razzista.

Il giovane iracheno ha riportato ferite gravi alla mascella ed è ancora in ospedale in attesa di un intervento chirurgico.

L'aggressione è avvenuta non lontano da un centro per l'accoglienza dei migranti e richiedenti asilo situato a Karlovac, città della Croazia centrale a 60km a sud di Zagabria. La polizia non ha ancora effettuato alcun fermo, ma si sospetta che gli aggressori, un gruppo di giovani locali, siano stati spinti da odio razziale.

Sempre ieri la polizia croata ha trovato a Zagabria un furgone abbandonato con a bordo un gruppo di quattro migranti illegali, dei quali non è stata precisata la nazionalità. Si suppone che il furgone sia partito dalla Serbia.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve