Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Quattro migranti sono rimasti gravemente feriti oggi al confine fra Serbia e Croazia dopo una esplosione avvenuta in una cisterna di un treno merci nella quale avevano cercato di nascondersi per raggiungere clandestinamente l'Europa occidentale.

L'incidente, riferiscono i media, è avvenuto stamane poco prima delle 7 alla stazione di Sid, ultima località serba prima del confine croato, quando i migranti, nel tentativo di introdursi nella cisterna vuota, hanno probabilmente toccato fili elettrici che sono venuti a contatto con resti di un materiale altamente infiammabile rimasti nella cisterna.

Il convoglio, che aveva scaricato il suo materiale a Pancevo, presso Belgrado, era sulla via del ritorno ad Anversa, in Belgio. I quattro migranti - che facevano parte di un gruppo di una decina di irregolari che cercavano di salire sul treno-cisterna - sono stati condotti con gravi ustioni prima in un ospedale di Sremska Mitrovica e poi a Belgrado.

SDA-ATS