Tutte le notizie in breve

Una veduta di Vicosoprano, nella Valle Bregaglia, dove è stata riscontrata un'elevata radioattività naturale

Keystone/GAETAN BALLY

(sda-ats)

I voli radiometrici effettuati per conto della Centrale nazionale d'allarme (CENAL) hanno rivelato livelli di radioattività leggermente superiori alla norma al di sopra della centrale nucleare di Leibstadt (AG) e a Vicosoprano (GR), in Val Bregaglia.

Già negli anni passati, direttamente sopra la centrale di Leibstadt (AG) sono stati misurati valori leggermente elevati di radioattività: a causa del debole isolamento del tetto è possibile misurare i raggi gamma e l'isotopo di azoto N-16 che si innalzano dalla centrale. Nessuna variazione è stata per contro misurata intorno al reattore vero e proprio, indica oggi un rapporto della CENAL.

La radioattività misurata a Vicosoprano (GR) è invece di origine naturale. Essa è dovuta alla percentuale relativamente alta di torio e di uranio che si trovano nelle rocce di quella regione, si legge ancora nel rapporto.

La CENAL organizza ogni anno, durante il periodo estivo, dei voli per misurare la radioattività in diverse regioni della Svizzera. Quest'anno i controlli sono stati effettuati fra il 27 giugno e il primo luglio. Un elicottero Super Puma dell'Esercito sul quale era montato un apparecchio per la radiometria ha sorvolato le zone da misurare a circa 90 metri di quota.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve