Mo: Gerusalemme, attentatore non legato a gruppi esteri


 Tutte le notizie in breve

Un'immagine del luogo dell'attentato (foto d'archivio).

KEYSTONE/EPA/JIM HOLLANDER

(sda-ats)

Fadi al-Qanbar, il palestinese che ieri ha travolto col suo camion dei soldati israeliani a Gerusalemme, "non era legato ad alcun gruppo attivo fuori della Palestina": lo afferma un volantino apparso oggi a Gerusalemme est.

È firmato da una formazione finora sconosciuta, 'Il gruppo del martire Baha Alian'. La sua sua attendibilità non è stata ancora confermata.

"L'Occupazione mente quando afferma il contrario, allo scopo di denigrarci", vi si legge ancora. Gli autori del volantino, che affermano di essere come lui residenti del rione di Jabel Mukaber di Gerusalemme est, hanno così inteso respingere le affermazioni del premier Benjamin Netanyahu secondo cui al-Qanbar si identificava con l'Isis.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve