Tutte le notizie in breve

Monte Rosa: 6 alpinisti morti in due giorni, 3 svizzeri (foto d'archivio).

KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA BELLA

(sda-ats)

Ben sei alpinisti, di cui tre vallesani della regione di Sierre, sono morti tra ieri e oggi sulle pendici del Monte Rosa in tre distinti incidenti: due avvenuti sul versante italiano e uno su quello svizzero.

Il primo è quello che ha coinvolto ieri una cordata di otto alpinisti svizzeri che, secondo informazioni dell'agenzia italiana Ansa, stava affrontando la cresta che conduce alla punta Zumstein, a circa 4.500 di quota, in territorio valdostano. La cornice di neve che stavano percorrendo tre di loro ha ceduto e sono precipitati per circa 800 metri lungo un canalone. Gli altri cinque sono rimasti illesi.

Una tragedia provocata quasi sicuramente - hanno spiegato fonti del Soccorso alpino italiano - dall'ondata di caldo che si è fatta sentire anche su una delle vette più alte d'Europa: sono state le temperature elevate, infatti, a provocare il cedimento della massa nevosa. Tanto è vero che il recupero dei corpi, nel corso della giornata di ieri, è stato impossibile.

Le tre vittime erano alpinisti esperti, ha indicato oggi all'ats il presidente della sezione Montana-Vermala del Club alpino svizzero (Cas), confermando una informazione del giornale vallesano Le Nouvelliste. Gli alpinisti stavano seguendo la via normale per raggiungere la Punta Dufour, la più alta vetta svizzera (4634 m).

Il secondo incidente è costato la vita invece a due alpinisti tedeschi di 50 e 36 anni. Secondo una prima ricostruzione del Soccorso alpino della guardia di finanza di Cervinia, sono caduti per circa 400 metri dalla Cresta del Castore, sempre nel gruppo del Monte Rosa, a quota 4'200 metri. L'incidente probabilmente è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri. Le salme sono state trasportate nella camera mortuaria di Champoluc (Ayas, Valle d'Aosta).

Fino ad alcune ore prima dell'incidente, i due erano con un terzo alpinista che, per un problema fisico, era stato soccorso in elicottero dall'Air Zermatt e portato in ospedale in Svizzera. In mattinata è poi stato dimesso.

Infine, un altro alpinista è precipitato oggi dalla Cresta del Castore, riportando ferite fatali. L'incidente si è verificato anch'esso a quota 4'200 metri, questa volta sul versante svizzero, alle 12:30. La segnalazione è arrivata al Soccorso alpino valdostano, che per competenza l'ha inoltrata alle autorità elvetiche. Sul posto è intervenuto un elicottero di Air Zermatt, che sta recuperando la salma. Non si conosce ancora la nazionalità della vittima.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve