Tutte le notizie in breve

Hans-Rudolf Strasser

Keystone/KARL-HEINZ HUG

(sda-ats)

È morto Hans-Rudolf Strasser, ex portavoce del Dipartimento militare federale (DMF) e dirigente dell'organizzazione di resistenza segreta P-26. Era stato mandato in pensione anticipatamente nel 1992 a soli 56 anni.

Motivazione: per aver "informato in modo erroneo" l'allora ministro Kaspar Villiger sulla sua appartenenza allo stato maggiore del disciolto "esercito segreto".

La morte di Strasser risale al 23 giugno, all'età di 79 anni, ed è stata resa nota oggi in un annuncio mortuario dall'associazione degli ex appartenenti alla P-26 e dal Musée Résistance Suisse 1940-1990. Una cerimonia di addio è prevista in ottobre alla cattedrale di Berna.

Strasser agiva con il nome in codice di "Franz" ed era uno dei membri dello stato maggiore dell'organizzazione. La P-26 aveva come obiettivo di resistere in caso di occupazione del paese. La sua esistenza è venuta alla luce nell'ambito dello scandalo delle schedature. È stata sciolta nel 1990.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve