Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Immagine simbolica d'archivio.

KEYSTONE/KARL MATHIS

(sda-ats)

Torna quest'anno nel centro di Neuchâtel il presepe che aveva sollevato una polemica nel 2015. Le tre statue in legno di Gesù Bambino, Maria e Giuseppe saranno collocate accanto al locale della cappellania ecumenica, annuncia il Comune oggi.

Nel 2015, le autorità municipali avevano ordinato lo spostamento del presepe - che gli addetti comunali avevano scelto di collocare ai piedi del tradizionale albero di Natale davanti al Municipio - per evitare che l'albero "pubblico" sia associato a simboli religiosi.

La scomparsa delle statue aveva provocato una valanga di proteste, al punto da incitare le autorità ad allestire nuovamente il presepe, ma davanti al Temple du Bas, la prima chiesa costruita dalla comunità riformata a Neuchâtel nel 1696.

L'ubicazione, in pieno centro, scelta quest'anno per il presepe conferisce un senso alla raffigurazione della Natività, poiché il locale presso il quale è stato allestito è destinato ad aiutare i poveri, sottolinea il Comune.

Le tre sculture sono state realizzate da un taglialegna neocastellano in occasione di una visita del Consiglio federale nel 2014.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS