Neve fino in pianura, disagi e numerosi incidenti stradali


 Tutte le notizie in breve

Veicoli incolonnati sulla A1 nel canton Zurigo

Keystone/ENNIO LEANZA

(sda-ats)

Con l'arrivo della neve sull'Altipiano svizzero si sono moltiplicati gli incidenti stradali. Nel più grave, verificatosi ieri sera sulla strada dello Staffelegg, nei pressi di Densbüren nel canton Argovia, sono morti tre iracheni.

L'incidente è avvenuto verso le 21.00 con la strada leggermente ricoperta di neve. Un'auto con a bordo i tre iracheni ha invaso la corsia di contromano su un tratto in discesa e si è scontrata con un'altra vettura, ha reso noto oggi la polizia cantonale.

Un 19enne occupante della vettura che ha sbandato è deceduto sul posto ed un altro passeggero suo coetaneo è morto dopo il ricovero in ospedale. Il conducente 21enne è stato trasportato in elicottero in ospedale in gravi condizioni ed è morto nel pomeriggio di oggi. Due degli iracheni erano domiciliati nel canton Argovia, il terzo in Germania.

La strada dello Staffelegg, un valico che collega Aarau al Fricktal, è rimasta chiusa al traffico per tutta la notte. Il Ministero pubblico ha aperto un'inchiesta.

Le forti precipitazioni di ieri sera hanno provocato altri quattro incidenti sulle strade argoviesi: molti i danni materiali ma fortunatamente senza vittime o feriti gravi.

Analoga la situazione nella Svizzera centrale: cinque incidenti sono avvenuti nel canton Lucerna, con due feriti leggeri, mentre sei altri sinistri sono stati registrati nel canton Svitto. Numerosi veicoli sono rimasti bloccati a causa della neve, provocando disagi al traffico. I danni ammontano a diverse decine di migliaia di franchi.

Le precipitazioni hanno invece provocato il caos oggi sulle principali autostrade nella regione di Zurigo. A causa di diversi mezzi pesanti bloccati di traverso sulla carreggiata si è formata una lunga colonna di veicoli sulla A1 tra Affoltern e Winterthur, in direzione di San Gallo. Verso mezzogiorno la coda ha raggiunto i 30 km di lunghezza, indica Viasuisse. Traffico fermo anche per chi da San Gallo era diretto nella città sulla Limmat: i tempi di attesa hanno raggiunto i 45 minuti.

Anche il traffico cittadino a Zurigo ha subito le conseguenze delle precipitazioni: diverse le linee di bus interrotte o con considerevoli ritardi. Una 40ina gli incidenti automobilistici con sei feriti non gravi. Disagi si registrano anche al servizio degli Autopostali nella regione di Winterthur.

Le temperature rigide che hanno accompagnato la neve hanno creato problemi anche alle Ferrovie federali svizzere (FFS): per evitare il congelamento degli scambi e i ritardi che ne deriverebbero, le Ferrovie hanno messo in funzione 7400 dispositivi di riscaldamento. In caso di intense nevicate 360 collaboratori sono di picchetto in tutta la Svizzera per garantire la circolazione dei treni.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve