Tutte le notizie in breve

Nuove critiche alla Bce.

KEYSTONE/EPA/ARNE DEDERT

(sda-ats)

Non si placa l'antagonismo del mondo degli affari e dell'intellighenzia tedesca nei confronti del Quantitative easing della Bce. Un gruppo di economisti e di uomini d'affari ha infatti presentato un nuovo ricorso alla Corte costituzionale tedesca.

Vengono contestati i programmi di acquisto di titoli portati avanti da Francoforte.

"Con il pretesto di riportare l'inflazione intorno all'obiettivo del 2% - ha spiegato a Welt and Sonntag il fautore del ricorso, il direttore della Federazione dell'industria tedesca (Bdi), Markus Kerber - la Bce continuerà ad avviare nuovi programmi che causeranno rischi incalcolabili per il bilancio della Bundesbank e dei contribuenti tedeschi".

Kerber non è nuovo a simili iniziative. Nel 2012 ha presentato ricorso contro lo scudo anti-spread messo in campo dalla banca centrale e poi nel 2014 contro il progetto di unione bancaria.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve