Tutte le notizie in breve

Un'immagine del 2010 mostra una donna camminare di fronte alla skyline di Doha (foto d'archivio).

Keystone/AP/KAMRAN JEBREILI

(sda-ats)

Una turista olandese che ha denunciato di essere stata violentata è stata arrestata e incarcerata lo scorso marzo a Doha e adesso rischia di essere accusata di adulterio, considerato un crimine molto grave in Qatar. Lo riporta la Bbc.

È stato arrestato anche l'uomo accusato di stupro che però continua a ripetere che il rapporto sessuale è stato consensuale.

La giovane, che ha 22 anni, aveva passato la serata in un hotel della capitale dove si servono alcolici "ma dopo aver bevuto un sorso del suo drink si è subito sentita male e ha capito di essere stata drogata", ha raccontato il suo avvocato. Poi, black-out totale fino alla mattina seguente quando la donna si è svegliata in "un appartamento che non conosceva e si è resa conto con orrore che era stata violentata".

Un portavoce del ministero degli Esteri svedese ha spiegato che la giovane non è stata ancora accusata di nulla e che è stata assistita dall'ambasciata sin dalle prime ore dopo il suo arresto. Oltre all'accusa per adulterio, punibile con la flagellazione o la lapidazione, la donna rischia di essere incriminata per aver consumato alcol, illegale in Qatar anche se alcuni alberghi sono autorizzati a servirlo agli stranieri.

Tre anni fa, negli Emirati Arabi Uniti una turista norvegese fu condannata a un anno e quattro mesi di carcere per aver bevuto alcol e aver fatto sesso extraconiugale nonostante avesse denunciato di essere stata violentata. Le fu poi concessa la grazia e tornò in Norvegia.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve