Tutte le notizie in breve

Soldati dell'esercito pakistano in azione dopo l'attentato.

KEYSTONE/AP/MOHAMMAD SAJJAD

(sda-ats)

E' salito a 25 morti e 29 feriti il bilancio provvisorio dell'attentato compiuto da un kamikaze in una moschea della Mohmand Agency, territorio tribale nord-occidentale pachistano al confine con l'Afghanistan.

L'attentato è stato rivendicato in serata dal gruppo radicale talebano Jamaat ul Ahrar (JuA).

Il vice capo amministrativo del territorio, Naveed Akbar ha indicato che l'attentatore suicida è entrato in azione verso le 13,30 locali, dopo la preghiera del venerdì.

A quanto ha precisato lo stesso Akbar, il kamikaze si è fatto esplodere una volta raggiunto il porticato della moschea, dove si trovavano circa 200 persone. Secondo testimoni, prima di attivare l'esplosivo ha gridato 'Allah u Akbar!' (Dio è il più grande!).

Quasi tutta la popolazione della Mohmand Agency è composta da sunniti Deobandi, mentre gli sciiti si trovano nella Kurram Agency ed in parte della Orakzai Agency.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve