Tutte le notizie in breve

Stretti collaboratori di Marine Le Pen, il "cerchio magico" della presidente del Front National, sono accusati di aver messo in piedi "un sistema offshore sofisticato" nell'ambito di Panama Papers. Lo rivela il quotidiano Le Monde.

Non solo Marine però, ma anche Jean-Marie Le Pen sarebbe direttamente coinvolto nello scandalo finanziario di Panama Papers. Sempre secondo Le Monde, una parte della ricchezza nota come "il tesoro" del fondatore del Front National è stata dissimulata attraverso la società offshore Balerton Marketing Limited, creata nei Caraibi nel 2000.

Banconote, lingotti, monete d'oro, ci sarebbe di tutto nel "tesoro", intestato al prestanome Gerald Gerin, ex maggiordomo di Jean-Marie e della moglie Jany Le Pen.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve