Tutte le notizie in breve

Altri due ragazzi, di 14 e 17 anni, sono stati arrestati oggi nel quadro dell'inchiesta sul procurato allarme di sabato nel centro di Parigi.

Si tratta di altri due hacker, trovati rispettivamente in Vandea (ovest) e nella Lozère (sud), probabilmente complici del sedicenne fermato ieri, (Tylers Swatting il suo nickname), che davanti agli inquirenti ha confessato tutto.

I giovanissimi hanno piratato la linea telefonica fissa di una chiesa del centro di Parigi, facendo accorrere elicotteri, auto, ambulanze e provocando scene di panico generale nella situazione di stato di emergenza in cui è da mesi la Francia dopo gli attentati terroristici.

Il 17enne era ricercato, il suo soprannome su Facebook è Zakhaev Yamaha, e risiede in un centro di recupero per adolescenti ma come l'altro addossa la responsabilità unicamente sul ragazzo che ha già ammesso la propria colpa.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve