Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il luogo dell'incidente

KEYSTONE/EPA ANP/VINCENT JANNINK

(sda-ats)

È cominciato il recupero dell'aereo Tiger della Patrouille Suisse precipitato nei Paesi Bassi il 9 giugno scorso. Nelle ultime settimane erano stati eseguiti i lavori preparatori.

Il velivolo era caduto in un torrente e ciò ha reso il recupero più complicato. È stato necessario l'utilizzo di pareti impermeabili che hanno isolato l'aereo, permettendo poi l'espulsione dell'acqua, ha comunicato oggi l'agenzia di stampa olandese ANP. L'inizio dei lavori è stato confermato all'ats dal portavoce della giustizia militare Tobias Kühne.

Una volta terminato il recupero, i resti del Tiger verranno analizzati da esperti svizzeri e olandesi. Le indagini sull'episodio andranno avanti ancora per diverso tempo, ha aggiunto Kühne.

Lo scorso 9 giugno un Tiger F-5E della Patrouille Suisse era caduto nei pressi della base aerea militare olandese di Leeuwarden dopo aver toccato durante un volo di allenamento un altro apparecchio dello stesso tipo della pattuglia acrobatica elvetica, il quale ha potuto atterrare senza grossi danni.

Il pilota si è salvato dopo aver azionato il seggiolino eiettabile ed è atterrato con il paracadute su una serra, procurandosi una frattura al piede, piccole ferite da taglio e varie contusioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS