Tutte le notizie in breve

Pokemon Go: TCS preoccupato per gli utenti della strada (foto d'archivio)

Keystone/AP/ALAN DIAZ

(sda-ats)

Il Touring Club Svizzero (TCS) è preoccupato per gli utenti della strada a causa di Pokemon Go, il gioco per smartphone che consiste nel dare la caccia nel mondo reale a mostriciattoli virtuali. Le persone si espongono a seri pericoli, informa un comunicato odierno.

Se da una parte la prerogativa dell'applicazione è di incoraggiare a camminare e a scoprire l'ambiente che ci circonda, dall'altra l'uso incosciente causa distrazioni e disattenzioni che possono costare caro.

Le prime testimonianze di comportamenti inadatti non hanno tardato ad arrivare: pedoni che cercano Pokemon su autostrade, turisti che entrano in zone militari e automobilisti che rallentano o frenano improvvisamente, scrive il TCS.

La disattenzione al volante è tra le cause più frequenti di incidenti e le fonti di distrazione per i pedoni espongono quest'ultimi e terzi al pericolo, mette in guardia il TCS che elenca una serie di consigli per i giocatori. Tra questi non giocare mai alla guida, essere sempre vigili, osservare la segnaletica, prima di attraversare la strada posizionarsi in modo ben visibile a lato e cercare il contatto visivo con il conducente, evitare auricolari, non attraversare la strada davanti o dietro un bus, un tram o un altro ostacolo e ricordarsi che il diritto di precedenza non è mai assoluto, i veicoli necessitano di una certa distanza per potersi fermare.

Il TCS ricorda inoltre che la disattenzione può essere sanzionata. Secondo una norma stradale il conducente "non deve compiere movimenti che impediscono la manovra sicura del veicolo (...) la sua attenzione non deve essere distratta in particolare né da apparecchi riproduttori del suono né da sistemi di comunicazione o di informazione".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve