Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Non è molto chiaro cosa propone Trump, ma stando alle sue parole si può supporre che stia avanzando l'ipotesi di un nuovo trattato - al posto dello 'Start III', ndr - ma non sulla riduzione delle armi nucleari bensì sul loro aumento".

Lo ha detto Fiodor Lukianov, presidente del Consiglio per la Politica Estera e di Difesa, uno dei principali think-tank russi, sottolineando che questo approccio è "inaspettato".

"Teoricamente - ha detto - Washington potrebbe rinunciare alle limitazioni imposte dallo Start per proporre un nuovo accordo, ma si tratta di un processo che richiede molto lavoro, visto che lo 'Start III' è nato dopo due anni di negoziati". Lo riporta l'agenzia Interfax.

SDA-ATS