Tutte le notizie in breve

Tre persone dell'entourage familiare di Abdel Malik Petitjean, identificato come il secondo terrorista di Saint-Etyienne-du-Rouvray, sono state fermate. Lo ha reso noto una fonte giudiziaria.

Il fermo, attuato mercoledì, "deve consentire di raccogliere elementi sul profilo" del terrorista, ma al momento "non ci sono elementi che queste persone abbiano a che fare con l'assassinio" del prete.

Una quarta persona, un minore di 16 anni, nato in Algeria e fermato martedì è stato riascoltato stamane: suo fratello è oggetto di un mandato di arresto per essere partito alla volta delle regioni jihadiste iracheno-siriane nel marzo 2015, con una carta di identità falsa dell'altro assassino del sacerdote, Adel Kermiche.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve