Tutte le notizie in breve

Attiviste Femen hanno cercato di disturbare "la festa popolare e patriota" del Fronte Nazionale di Marine Le Pen, organizzata per il primo maggio, ma sono state fermate dalla polizia.

Poco dopo le 12 un gruppo di attiviste è arrivato alla Porte de la Villette dove era in corso la festa a porte chiuse organizzata per i militanti del partito, con bottiglie di champagne, parrucche colorate e cotillon per celebrare "la fine del partito di estrema destra". Come di consueto a petto scoperto, le Femen avevano dipinta sui seni la scritta "Viva la fine dell'FN". Ma all'arrivo hanno trovato ad attenderle agenti della polizia che le hanno fermate e caricate su furgoni.

Le attiviste, che l'anno scorso avevano interrotto il discorso di Marine Le Pen per il primo maggio nella centralissima place de l'Opera, hanno sottolineato che quest'anno la leader del partito di estrema destra non ha parlato in piazza come suo solito. "Il primo maggio 2016 è un giorno storico in Francia: il partito fascista e xenofobo Fronte Nazionale non organizza la sua tradizionale marcia nelle strade di Parigi. Siamo orgogliose di pulire le nostre strade democratiche e laiche dal loro odio sudicio", ha scritto una delle attiviste sulla sua pagina Facebook. Alcune donne del gruppo sono arrivate nella Place de l'Opera con stracci e scope e hanno inscenato una "pulizia antifascista".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve