Tutte le notizie in breve

I presidenti dei partiti sono uniti contro l'iniziativa pro servizio pubblico, ma il popolo potrebbe sostenerla

Keystone/MANUEL LOPEZ

(sda-ats)

L'approvazione dell'iniziativa "A favore del servizio pubblico" è in calo, ma i sostenitori sono comunque sempre in vantaggio (48%).

Nell'indagine condotta online da Tamedia e pubblicata oggi, il 45% degli interpellati afferma di essere contro la proposta di modifica costituzionale in votazione il 5 giugno prossimo.

Rispetto alla precedente indagine pubblicata a metà aprile, il sostegno all'iniziativa ha subito un calo di 11 punti percentuali. Gli oppositori hanno invece fatto un balzo in avanti di 15 punti percentuali. Gli indecisi risultano essere il 7%.

Sempre secondo questa indagine, perde favori anche l'iniziativa "per un equo finanziamento dei trasporti", detta anche "vacca da mungere". Il 52% afferma di volerla bocciare contro il 43% dell'indagine precedente. I sostenitori sono adesso il 41% (-10 punti percentuali).

La revisione della legge federale sull'asilo guadagna invece consensi. Il 55% afferma di essere favorevole (+6 punti percentuali). I no sarebbero il 35% contro il 40% dell'indagine precedente.

L'iniziativa "per un reddito di base incondizionato" guadagna un po' di terreno: i favori progrediscono di 4 punti percentuali e si portano al 37%. I contrari scendono dal 64% al 61%, ma restano sempre in forte maggioranza.

Per quanto riguarda la modifica della Legge sulla medicina della procreazione - sempre secondo l'indagine - il 55% sarebbe disposto a votare "sì", contro il precedente 48%, mentre i contrari sono scesi dal 35% al 34%.

All'inchiesta on line di Tamedia hanno partecipato circa 17.500 persone tra il 19 e il 20 maggio. L'indagine è stata realizzata in collaborazione con due politologi tenendo conto di variabili demografiche, geografiche e politiche.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve