Tutte le notizie in breve

In calo a marzo gli sbarchi dei migranti sulla rotta del Mediterraneo orientale: in tutto sono state 26'460 le persone arrivate in Grecia, meno della metà della cifra registrata a febbraio.

Sono i dati dell'Agenzia europea per la gestione della cooperazione internazionale alle frontiere esterne degli Stati membri dell'Unione europea (Frontex).

In particolare, negli ultimi undici giorni di marzo, con i pattugliamenti delle navi Nato nel mar Egeo, la chiusura del corridoio dei Balcani occidentali e la firma dell'accordo Ue-Turchia, sono stati 3500 i migranti sbarcati sulle coste greche, mentre erano stati 22'900 nei primi 20 giorni. Nonostante questo, il numero di persone sbarcate a marzo è tre volte quelle di un anno fa.

"Le indicazioni iniziali dimostrano che grazie alle recenti iniziative siamo stati capaci di migliorare il controllo sulle frontiere esterne e stiamo cominciando a gestire il flusso migratorio in modo più razionale", afferma il direttore esecutivo di Frontex Fabrice Leggeri.

Ad aprile Frontex ha aiutato la Grecia a rimpatriare 325 migranti in Turchia.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve