Tutte le notizie in breve

Christian Levrat, presidente edl PS

KEYSTONE/NICK SOLAND

(sda-ats)

Il presidente socialista Christian Levrat critica aspramente l'atteggiamento di Johann Schneider-Ammann in relazione alla Brexit. "Non abbiamo bisogno di un presidente della Confederazione che si accontenta di affidarsi ai mercati borsistici".

Lo ha dichiarato durante l'assemblea dei delegati del PS che si tiene oggi a Coira.

In sostanza il consigliere agli Stati friburghese se l'è presa con il partito di Schneider-Ammann: il PLR guidato da Petra Gössi "ripete pedissequamente quello che dice l'UDC". "Assistiamo a una conquista della destra da parte dei nazionalisti con la benedizione delle grandi organizzazioni economiche", ha sostenuto Levrat.

Politica aggressiva di favori fiscali, aumento delle spese a favore della propria clientela... la collaborazione costruttiva del PS non è più richiesta dalla destra che impone la propria forza in tutti gli ambiti, ha deplorato. Questa situazione spinge i socialisti a condurre "una politica d'opposizione attiva, decisa ed efficace" per "far fallire la politica di demolizione della destra".

Il referendum contro la riforma dell'imposizione delle imprese III, su cui i delegati si esprimeranno oggi, ne fa parte. Levrat ha proposto di stabilire un minimo dell'80-90% per la tassazione dei dividendi.

Anche il sostegno all'iniziativa per un aumento delle rendite AVS rientra in questa politica d'opposizione. Il presidente del PS ha denunciato l'atteggiamento dei partiti borghesi in materia: "chi ritiene che un incremento delle rendite AVS non sia finanziabile fa regali miliardari alle multinazionali, all'esercito e ai proprietari di terreni agricoli".

Il friburghese ha quindi promesso "una politica basata sulla fiducia nel futuro e il coraggio piuttosto che sulla paura e la rabbia". A questo proposito ha deplorato che la classe operaia britannica abbia sostenuto l'uscita del paese dall'UE: "ciò ci deve far riflettere".

Il presidente socialista ha accusato la destra britannica di essere all'origine della politica d'austerità che ha condotto alla Brexit. Al contempo la destra europea si è rifiutata di riformare le strutture dell'UE. Anch'essa è responsabile del fallimento della politica migratoria, ad eccezione della cancelliera tedesca Angela Merkel. Secondo Levrat alla fin fine la Brexit rilancia la proposta del PS di rafforzare e allargare lo Spazio economico europeo (SEE).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve