Reka: nuovo calo del fatturato nel 2016


 Tutte le notizie in breve

Reka: nuovo calo del fatturato nel 2016 (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

(sda-ats)

La Cassa svizzera di viaggio (Reka) ha conseguito nel 2016 un secondo esercizio consecutivo in calo. Il giro d'affari del settore Valuta Reka (Reka-Check, Reka-Rail e Reka-Lunch) è sceso del 4,4% a 629,7 milioni di franchi.

Già nel 2015 il fatturato si era contratto del 3% rispetto all'anno precedente, in cui si era registrato un valore record di 679 milioni di franchi.

Reka ritiene che siano due i fattori principali responsabili del minor successo, afferma in un comunicato odierno. In primo luogo sostiene di aver subito l'impatto negativo di tutta una serie di aziende che - in un contesto di riduzione dei costi - hanno deciso di non offrire più prestazioni Reka ai propri dipendenti. Inoltre, le maggiori imprese "clienti" di Reka (soprattutto banche e industrie) hanno ridotto gli effettivi degli impiegati di quasi 6000 persone.

Il secondo fattore riguarda la flessione degli acquisti di Reka-Check emessi da Coop, che costituisce un importante canale di distribuzione. Ad aver influito sul calo dell'utilizzazione di questo tipo di valuta è anche la diminuzione dei prezzi del carburante nel 2016.

Vacanze in crescita

Per il futuro Reka si dice ottimista. La cassa di viaggio constata in effetti un aumento del numero di nuovi clienti che ricorrono al denaro Reka, in particolare con la Reka-Card.

Nel 2016, il fatturato si è attestato a 582,4 milioni di franchi per i Reka-Check, 43,4 milioni per quelli Rail e 3,9 milioni per i Lunch.

Il settore delle vacanze Reka è dal canto suo tornato a crescere rispetto al 2015 (+2,8%) registrando un fatturato di 36,3 milioni di franchi. Si tratta, afferma la cassa di viaggio, del primo aumento dopo diversi anni di flessione e dalla crisi legata alla forza del franco.

Nel dettaglio, le entrate sono ammontate a 28,6 milioni di franchi in Svizzera e a 7,7 milioni all'estero. Complessivamente, Reka dice di aver approfittato delle buone condizioni meteorologiche estive e autunnali.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve