Tutte le notizie in breve

Il quartier generale di Richemont a Ginevra.

Keystone/EPA/RICHEMONT / YVES-ANDRE.CH / HANDOUT

(sda-ats)

Richemont ha chiuso, a fine marzo, l'esercizio 2015/2016 con un utile netto di 2,23 miliardi di euro, in aumento del 67% rispetto all'annata precedente.

Il giro d'affari è salito del 6% a 11,1 miliardi di euro. In valute locali le vendite accusano però un calo dell'1%, indica oggi il gruppo ginevrino attivo nel settore del lusso.

I mercati di Europa, Medio Oriente e Giappone hanno registrato un buon andamento degli affari e compensato la debolezza nella regione Aisa-Pacifico.

La forte quotazione del franco ha pesato sul comparto orologiero, che comunque realizzato un fatturato in crescita del 3%.

Il gruppo ha recentemente annunciato la soppressione di una novantina di posti di lavoro nei cantoni di Ginevra, Vaud e Neuchâtel.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve