Tutte le notizie in breve

Circa 200 esperti svizzeri, tedeschi e austriaci hanno discusso ieri e oggi a Berna dei cambiamenti climatici e delle misure da prendere per ridurre il calore nelle città e gestire le risorse idriche, indica un comunicato dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAG).

La città di Sion (VS) ha presentato un progetto sull'importanza degli spazi verdi, dei punti d'acqua e della permeabilità dei suoli. Questi tre elementi contribuiscono ad attenuare gli effetti delle ondate di calore e i rischi d'inondazione nei centri urbani.

Toccati dalla siccità estiva e dalla penuria d'acqua a livello locale, i cantoni della regione del lago dei Quattro Cantoni hanno elaborato e mostrato una cartina che identifica le loro aree a rischio di penuria d'acqua.

La Scuola universitaria bernese di scienze agrarie, forestali e alimentari (HAFL) ha illustrato il suo progetto "Urban Green & Climate" sui servizi ecosistemici e la vulnerabilità climatica degli alberi. L'obiettivo è permettere una gestione delle aree con alberi adatta al clima. Queste migliorano il microclima, immagazzinano il CO2, assorbono e stoccano le acque superficiali.

La conferenza internazionale "sull'adattamento ai cambiamenti climatici nella pratica" è organizzata dall'UFAM in collaborazione con ProClima, il forum per clima e cambiamenti ambientali globali. Il seminario ha riunito rappresentati dell'amministrazione, del mondo scientifico ed esperti del suolo.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve