Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sei presunti miliziani sono stati uccisi dalle forze speciali russe in due distinte operazioni antiterrorismo in Inguscezia, nel turbolento Caucaso del Nord.

Lo riferisce il Comitato nazionale russo antiterrorismo, secondo cui tra i sei uccisi c'era anche un "emissario dell'Isis" arrivato dalla Siria e identificato come Zabairi Sautiyev.

Quattro dei presunti miliziani - riferisce sempre il Comitato nazionale russo antiterrorismo, citato da Tass e Interfax - sono stati eliminati a Nazran e due a Gazi-Yurt.

Le forze speciali russe sostengono di aver sequestrato fucili d'assalto, pistole, granate e ordigni, tra cui due cinture esplosive.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS