Tutte le notizie in breve

Le società private russe hanno maggiori possibilità di aggiudicarsi appalti e contratti pubblici se finanziano i partiti filo-governativi: è quanto sostiene un'analisi di Golos, una ong impegnata nella difesa dei diritti degli elettori.

Secondo l'organizzazione, delle 241 società citate nello studio che nel 2015 hanno donato almeno un milione di rubli (circa 14.600 franchi al cambio attuale) a vari partiti filo-Cremlino, 90 si sono aggiudicate contratti pubblici. In particolare, 80 su 90 avevano finanziato il partito di Putin, Russia Unita.

Cinque partiti russi ricevono finanziamenti dal budget federale in base al numero di voti ricevuto alle elezioni: Russia Unita, il partito comunista, Russia Giusta, il partito liberaldemocratico dell'istrionico nazionalista Vladimir Zhirinovski, e il partito d'opposizione Iabloko, che non ha deputati alla Duma.

Quattro di questi cinque partiti sono quasi completamente dipendenti dai finanziamenti pubblici, soprattutto Iabloko, che riceve il 99% dei suoi fondi dallo Stato. Per Russia Unita di Putin, invece, i finanziamenti pubblici rappresentano il 68,6% delle entrate.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve