Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ha preso il via in un tribunale militare a Mosca il processo contro i cinque presunti esecutori materiali, incluso Zaur Dadaev, l'uomo che avrebbe aperto il fuoco, dell'assassinio dell'ex vice premier e oppositore Boris Nemtsov.

I cinque ceceni avrebbero agito in cambio di denaro. Un avvocato della famiglia Nemtsov ha denunciato in aula che l'inchiesta non è stata né oggettiva, né completa, come dimostra per esempio l'assenza di registrazioni video malgrado l'assassinio sia avvenuto di fronte al Cremlino.

Oltre a Dadaev, sono imputati Anzor Gubashev, il presunto autista dell'auto su cui è fuggito, Ramzan Bakhayev, Tamerlan Eskerkhanov e Shagid Gubashev.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS