Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un gruppo di hostess di Aeroflot, la compagnia di bandiera russa, riunite nell'autoproclamato movimento Sts (iniziali in russo di "anziane, cicciotelle e brutte"), ha presentato ricorso in tribunale contro l'azienda accusandola di "violazione delle norme sul lavoro".

Le Sts, infatti, contestano all'aviolinea d'impiegare sulle tratte internazionali solo hostess sotto i 40 anni e che riescono a indossare agilmente almeno "una taglia 44". Si tratta di una "discriminazione dei lavoratori in base all'aspetto".

"Nel giugno dell'anno scorso ci è stato detto che all'estero vanno solo le hostess giovani e magre", dice al sito di Radio Svoboda Evgenya Magurina, assistente di volo 41enne. "Ci hanno fotografate tutte e ci hanno preso le misure, alcune di noi sono state addirittura pesate", ha sottolineato. "Ci hanno lasciato solo i voli interni, notturni e quelli di mattina presto".

Le Sts hanno scritto anche a Putin per denunciare la loro situazione. Le hostess sperano di poter vincere in tribunale. Stando a Radio Svoboda Aeroflot non ha espresso commenti.

SDA-ATS