Tutte le notizie in breve

Quattro candidati sono in corsa nel ballottaggio di domenica per il seggio ancora vacante all'interno del governo cantonale sangallese. Marc Mächler (PLR) è favorito, ma dovrà vedersela con la nuova candidata UDC Esther Friedli, compagna del presidente Toni Brunner.

Meno chance vengono invece attribuite a Richard Ammann (PBD) e a Andreas Graf, candidato senza partito che al primo turno aveva superato il presidente dell'UDC cantonale Herbert Huser.

Arrivato ultimo nella corsa per il governo, il 28 febbraio Huser era stato pure estromesso dal Gran consiglio ed ha quindi deciso di ritirarsi da tutte le cariche politiche.

Il PLR Marc Mächler, banchiere di 45 anni, si era piazzato settimo, ma aveva mancato di poco la maggioranza assoluta richiesta. Per cercare di contrastarlo, l'UDC ha lanciato nella corsa Esther Friedli, 38enne titolare di un'agenzia di comunicazione e consulenza, nonché compagna del presidente uscente dell'UDC svizzera.

La Friedli - che fino al 2010 ha fatto parte del PPD - ha organizzato diverse campagne di esponenti UDC, da quella del direttore della "Weltwoche" Roger Köppel (UDC/ZH), eletto lo scorso autunno in Consiglio nazionale con il miglior risultato di tutti i tempi, a quella meno fortunata di Herbert Huser. Fino al 2014, Esther Friedli è inoltre stata segretaria generale del Dipartimento della formazione diretto dall'esponente dell'UDC Stefan Kölliker, già riconfermato al primo turno.

Le sette poltrone del governo sangallese erano finora ripartite fra 2 rappresentanti del PPD, 2 del PLR, 2 del PS e 1 dell'UDC. Due consiglieri di Stato uscenti non si sono ripresentati: uno del PPD e uno del PLR.

Al primo turno sono stati riconfermati, nell'ordine, gli uscenti Benedikt Würth (PPD), Martin Klöti (PLR), Heidi Hanselmann (PS), Stefan Kölliker (UDC) e Fredy Fässler (PLR). Bruno Damann, arrivato sesto, è il neoeletto che ha confermato il secondo seggio per il PPD.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve