Tutte le notizie in breve

Il celebre scrittore russo Vladimir Sorokin è stato querelato per "istigazione al cannibalismo".

Un gruppo di attivisti accusa l'autore, spesso critico nei confronti del Cremlino, per il "contenuto estremista" del racconto 'Nastyà in cui una ragazza di 16 anni viene cucinata al forno dai genitori. Lo riporta il Moscow Times.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve