Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ambasciatore russo in Siria, Alexander Kinshchak, è fiducioso sulla riconquista di Palmira.

KEYSTONE/EPA/YOUSSEF BADAWI

(sda-ats)

L'esercito siriano sostenuto dalle forze aerospaziali russe sta tentando il 'contropiede' nella zona di Palmira contro i terroristi dello Stato Islamico. Così l'ambasciatore russo in Siria, Alexander Kinshchak, in un'intervista alla Tass.

"Per quanto riguarda l'aspetto militare in quell'area - ha detto - le forze governative siriane, sostenute dagli alleati, comprese le forze aerospaziali della Russia, stanno tentando di strappare l'iniziativa all'Isis". Il diplomatico ha poi sottolineato che "intensi combattimenti stanno avvenendo intorno alla base aerea T-4", che si trova fra Homs e Palmira.

"I jihadisti stanno subendo molte perdite e si stanno ritirando: manca ancora molta strada per Palmira ma non ho dubbi che il suo turno verrà presto", ha concluso.

SDA-ATS