Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'esercito turco sul confine siriano. Immagine d'archivio.

KEYSTONE/EPA/SEDAT SUNA

(sda-ats)

Le milizie curde siriane dell'Ypg hanno accusato la Turchia di avere compiuto bombardamenti aerei su postazioni degli stessi curdi e aree residenziali in una località siriana a sud di Jarablus, e parla di "civili uccisi e feriti", ma senza fornire bilanci.

I bombardamenti, secondo la stessa fonte, sono avvenuti sul villaggio di Amarinah, otto chilometri a sud di Jarablus, dove nei giorni scorsi carri armati e forze speciali turche sono entrate per appoggiare i ribelli dell'Esercito siriano libero (Esl), che hanno strappato la città all'Isis.

L'Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus) parla di bombardamenti effettuati dai turchi contro le milizie curde anche in altre regioni del nord della Siria, in particolare ad Afrin, la località più a ovest dei territori controllati dall'Ypg, e a nord di Hasaka, vicino al confine con l'Iraq.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS