Tutte le notizie in breve

La Russia sostiene che la notizia del bombardamento dell'ospedale Al-Quds di Aleppo il 27 aprile è falsa.

Il generale Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa di Mosca, ha mostrato due presunte foto della struttura, una del 29 aprile di quest'anno e l'altra del 15 ottobre 2015. In entrambe le immagini, secondo Konashenkov, l'ospedale gestito da Medici senza frontiere risulta avere gli stessi danni.

"La pseudo-notizia del bombardamento dell'ospedale Al-Quds è stata diffusa da diversi importanti media internazionali come esempio della mancata esecuzione degli accordi russo-americani sulla tregua in Siria", ha detto Konashenkov, citato da Interfax, denunciando che "continua la campagna mediatica per screditare il processo di pace in Siria" e affermando che "la tecnologia di queste montature mediatiche non è nuova, ma Mosca le ha "smentite già diverse volte".

Il generale russo ha mostrato alcune immagini a suo dire ricevute dai mezzi di ricognizione spaziale russi e da un drone. "Nella prima immagine fatta da un drone russo il 29 aprile 2016 si vedono chiaramente i danni agli edifici dell'ospedale, è un fatto innegabile - ha detto Konashenkov - e non lo nega nessuno. Nella seconda foto dello stesso distretto di Aleppo ricevuta dai mezzi di ricognizione spaziale - prosegue il portavoce del ministero della Difesa russo - si vede altrettanto bene che l'edificio dell'ospedale Al-Quds ha lo stesso identico tipo di danni, però questa immagine era stata fatta già il 15 ottobre 2015".

Stando al generale, "nell'immagine fatta il 29 aprile 2016 l'edificio dell'ospedale non ha nuovi danni rispetto ai dati dell'ottobre 2015".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve