Tutte le notizie in breve

Bertrand Piccard (destra) e Andre Boschberg

KEYSTONE/AP Solar Impulse/JEAN REVILLARD

(sda-ats)

Solar Impulse 2, l'aereo a energia solare che sta tentando di compiere il giro del mondo senza una goccia di carburante, è atterrato questa mattina a Tulsa, in Oklahoma, dopo 18 ore e 10 minuti di volo da Phoenix (Arizona).

Ha percorso così altri 1.570 chilometri, a una velocità media di circa 86 chilometri orari.

Si tratta di una tappa di avvicinamento alla East Coast e a New York, che sarà la città statunitense da cui il Solar Impulse 2 partirà per attraversare l'Oceano Atlantico e far ritorno in Medio Oriente, da dove era partito nel marzo 2015 per il suo giro intorno al globo.

Per questa undicesima tappa, appena conclusa, in cabina di comando c'era Bertrand Piccard, uno dei due piloti svizzeri che insieme ad André Borschberg sta portando avanti l'impresa per dimostrare al mondo che un futuro alimentato con energie rinnovabili - e quindi pulito - è possibile.

"E' stato molto interessante, specialmente nella prima parte, sopra l'Arizona e il Nuovo Messico, dove il paesaggio era magnifico", ha dichiarato Piccard dopo l'atterragio.

Non appena le condizioni meteo lo permetteranno, presumibilmente fra qualche giorno si legge sul "diario di bordo" online, Borschberg porterà il Solar Impulse 2 in volo per la prossima tappa.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve