Tutte le notizie in breve

Quattro civili somali, tra cui un'anziana di 80 anni e la sua nipotina di 9 anni, uccisi a colpi di arma da fuoco dai peacekeeper dell'Unione africana (Ua) mentre erano a bordo della loro auto nel sud della Somalia diretti ad un ospedale di Mogadiscio per cure.

Lo scrive la Bbc online. L'incidente, dai contorni ancora poco chiari e che sta causando polemiche, si è verificato vicino Bulla Marer, a 60 km a sud-ovest della capitale Mogadiscio.

La missione dell'Unione africana si è giustificata affermando che i soldati, spaventati, hanno aperto il fuoco sulla vettura con a bordo i quattro civili, dopo che la loro auto non si era fermata ad un posto di blocco e che i peacekeeper non hanno agito deliberatamente.

Abdiwahid Ibrahim Maalim, figlio dell'anziana rimasta uccisa, ha riferito che la donna si trovava nell'auto insieme a due amici, uno dei quali era il loro autista. Abitanti dell'area, il Lower Shabelle, hanno protestato per quanto accaduto.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve