Tutte le notizie in breve

Il presidente americano Barack Obama

Keystone/EPA/MICHAEL REYNOLDS

(sda-ats)

"È stato un atto di terrore e di odio". Così Barack Obama in una conferenza stampa dopo la strage di Orlando. "I nostri cuori sono spezzati oggi", ha detto il presidente Usa.

Un attacco a qualsiasi americano è un "attacco a tutti gli americani". "Oggi si segna la peggiore strage nella storia dell'America", ha affermato, aggiungendo che "Gli Stati Uniti non cederanno alla paura".

"Manteniamo i valori che ci fanno americani", ha continuato Obama. "Dobbiamo dimostrare che siamo un Paese che è soprattutto identificato per l'amore e non per l'odio".

"Naturalmente noi non possiamo dare dettagli, né sappiamo se ci sono collegamenti di questa persona con gruppi terroristici. Era una persona piena di odio, questo lo sappiamo", ha aggiunto Obama.

Il massacro di Orlando mostra "come è facile per gli americani essere uccisi a scuola, in chiese, nei cinema o nei nightclub. Questa strage è un ulteriore richiamo a come sia facile per qualcuno entrare in possesso di un'arma", ha detto il presidente Usa. "Dobbiamo decidere se questo è il tipo di Paese che vogliamo essere", ha aggiunto.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve