Tutte le notizie in breve

Anche Bellinzona ha il suo francobollo.

(sda-ats)

La Posta lancia la terza emissione di francobolli di quest'anno. Nel tema "Stazioni svizzere" figura anche quella di Bellinzona.

Un blocco speciale è inoltre dedicato alla Valle Verzasca. Un francobollo con sovrapprezzo è invece a favore delle vittime di misure coercitive a scopo assistenziale.

I nuovi francobolli ordinari - per ora di 0.85, 1.00, 1.50 e 2.00 franchi - raffigurano vari edifici di diverse imprese ferroviarie svizzere. Inaugurano la serie le stazioni di Briga, Lucerna, Bellinzona e Ginevra. La novità è che non ci saranno più temi diversi in base al valore delle affrancature: le stazioni orneranno l'intera serie, riferisce La Posta in un comunicato odierno. Entro il 2018, tutti gli attuali francobolli ordinari saranno sostituiti.

L'azienda ha poi creato due blocchi speciali. Il primo è tagliato al laser e comprende due francobolli, uno a forma di fiore e l'altro a forma di farfalla, entrambi del valore di un franco. Il secondo è un francobollo da due franchi che ritrae il famoso "Ponte dei salti", che attraversa la Verzasca nei pressi di Lavertezzo.

Un francobollo speciale con sovrapprezzo è poi dedicato a un capitolo buio della storia svizzera: le misure coercitive a scopo assistenziale e i collocamenti extrafamiliari, praticati fino al 1981. Il sovrapprezzo di 0.50 franchi sarà devoluto interamente al fondo di aiuto immediato per le vittime di tali misure.

La Posta approfitta inoltre delle nuova emissione per ricordare il cinquantesimo anniversario dell'aerofilatelia. La mostra dedicata alle "Giornate dell'aerofilatelia" si svolgerà dal 7 al 18 ottobre presso il Museo Svizzero dei Trasporti a Lucerna.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve