Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Svizzera rafforza la collaborazione con il Fondo Monetario Internazionale (FMI) per la gestione macroeconomica nei Paesi in via di sviluppo ricchi di materie prime.

Berna contribuirà con 7 milioni di franchi alla seconda fase del programma "Managing Natural Resource Wealth" (MNRW) per il 2016-2022.

L'accordo in tal senso è stato firmato oggi a Berna da Carla Grasso, vice direttrice generale dell'FMI, e da Raymund Furrer, capo della Cooperazione e sviluppo economici della Segreteria di Stato dell'economia (SECO), indica quest'ultima in una nota odierna.

L'FMI ha avviato l'MNRW nel 2011, con un budget di 25 milioni di dollari. Il programma è sostenuto da Australia, Commissione Europea, Norvegia, Paesi Bassi, Oman e Kuwait. Nella prima fase ha realizzato 34 progetti in 19 Paesi. Dopo il successo della prima fase, l'FMI nel giugno scorso ha lanciato la seconda, dotata di un budget di 30 milioni di dollari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS