Tutte le notizie in breve

Il Ceo di Swiss Thomas Kluehr davanti al nuovo aereo

KEYSTONE/EPA KEYSTONE/ALEXANDRA WEY

(sda-ats)

Swiss ha accolto oggi ufficialmente all'aeroporto di Zurigo-Kloten il suo primo aereo a corto e medio raggio Bombardier CS100. L'apparecchio è stato battezzato "Canton Zurigo" davanti ad autorità, rappresentanti della politica e dei media.

I comuni situati nelle vicinanze dell'aeroporto beneficeranno del fatto che il nuovo modello di aereo del fabbricante canadese provoca pochissimo rumore, ha dichiarato il presidente della direzione di Swiss Thomas Klühr durante la cerimonia. Da parte sua la compagnia trarrà profitto dal fatto che il CS100 consuma il 25% di cherosene in meno del suo predecessore, l'Avro RJ100, pure chiamato Jumbolino, ed emette meno CO2.

Il velivolo era atterrato per la prima volta a Kloten venerdì, proveniente direttamente dalla fabbrica di Mirabel, in Canada. Swiss è il primo vettore a mettere in servizio un CS100. L'aereo effettuerà il suo primo volo commerciale il 15 luglio alla volta di Parigi; tra le sue prime destinazioni ci saranno anche Manchester, Praga e Budapest.

Complessivamente Swiss aveva ordinato 30 apparecchi presso Bombardier: dieci CS100 con una capacità di 125 posti e quindici CS300 che possono accogliere 145 passeggeri. Sono 27 rispettivamente 47 sedili in più che in un Jumbolino. Di quale tipo saranno i cinque aerei rimanenti verrà deciso più avanti. La commessa era stata effettuata già nel 2009 e l'entrata in funzione del primo aereo era previsto per il 2014. L'investimento complessivo ammonta ad oltre 2 miliardi di franchi.

Con i nuovi velivoli nei prossimi due anni verranno creati 150 impieghi, ha detto Klühr.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve