Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Continuano le discussioni per giungere ad un'intesa entro fine ottobre sulle tariffe per le prestazioni mediche ambulatoriali (Tarmed).

KEYSTONE/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Continuano le discussioni per giungere ad un'intesa entro fine ottobre sulle tariffe per le prestazioni mediche ambulatoriali (Tarmed). Anche se dovessero avere successo però le nuove tariffe non potrebbero entrare in vigore nel 2017.

Per questa ragione la Federazione dei medici svizzeri (FMH), gli assicuratori malattia di santésuisse e curafutura e l'associazione degli ospedali H+ hanno dato il loro accordo al congelamento delle tariffe nel 2017, ha indicato all'ats Dorit Djelid, portavoce di H+.

Questa decisione, annunciata oggi dal ministro Alain Berset al Consiglio degli Stati, deve ancora ricevere formalmente l'approvazione del Consiglio federale. Dopo il fallimento dei negoziati a giugno, il Dipartimento dell'interno aveva concesso ai partner altri quattro mesi per giungere a un accordo. I membri della FMH e di curafutura hanno però respinto la proposta finale.

Tarmed è stato rivisto l'ultima volta dodici anni fa ed è necessario adattarlo perché molte tariffe non corrispondono più alla realtà. Le operazioni della cataratta ad esempio sono diventate molto più semplice grazie al progressi della tecnica medica, ma le tariffe sono rimaste invariate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS