Tutte le notizie in breve

Da Sony a Toyota, da Fujifilm a Nissan, si fermano i big dell'industria giapponese a seguito del terremoto che ha colpito la provincia di Kumamoto in Giappone.

È quanto riporta Bloomberg, spiegando che fra i produttori di auto Toyota ha fermato l'attività in 26 linee dei suoi impianti e il riavvio dipenderà dall'attività dei costruttori di componenti.

Honda resterà ferma sicuramente anche domani e non si sanno i tempi di riapertura dell'impianto di Kumamoto, mentre Nissan ha fermato la produzione a Kyushu, rimandando l'apertura a prossime valutazioni.

Sul fronte dell'elettronica, Sony ha riavviato l'attività a Nagasaki e Oita, ma a Kumamoto è ancora tutto fermo, così come per la produzione di display fa parte di Fujifilm. Le linee aeree Ana e Jal hanno cancellato i voli da e per Kumamoto almeno fino a domani a causa dei danni riportati dall'aeroporto.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve