Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Altra decisione della giustizia contraria al bando voluto da Donald Trump

KEYSTONE/AP/EVAN VUCCI

(sda-ats)

Un giudice federale della Virginia ha concesso una ingiunzione preliminare che preclude all'amministrazione Trump di attuare nello Stato il bando sugli ingressi negli Usa per persone provenienti da sette paesi a maggioranza musulmana.

Un'altra decisione della magistratura si aggiunge così a quelle già espresse e che mettono in discussione la costituzionalità del provvedimento voluto dal presidente Trump.

Una corte d'appello federale in California ha già posto la sospensione temporanea all'attuazione dell'ordine esecutivo, ma quest'ultima ingiunzione, disposta della corte distrettuale Leonie Brinkema, ad Alexandria, è di natura più permanente sebbene si applichi esclusivamente nello Stato della Virginia.

La richiesta era stata avanzata dal procuratore generale della Virginia e su base nazionale, menzionando i danni che l'attuazione del bando avrebbe causato allo Stato (tra gli esempi menzionati un migliaio di studenti e decine di docenti delle università locali) ma il giudice ha limitato la sua decisione a livello statale affermando che l'ordine restrittivo scaturito dalla causa intentata dallo Stato di Washington risponde già in gran parte a quanto richiesto dalla Virginia. Inoltre quest'ultima causa non riguarda la parte dell'ordine esecutivo relativa ai rifugiati.

SDA-ATS