Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Caitlyn Jenner.

Keystone/AP Invision/JORDAN STRAUSS

(sda-ats)

Caitlyn Jenner, la trans di più alto profilo degli Stati Uniti, rompe il silenzio dopo la decisione di Trump di revocare le norme protettive di Obama nei confronti dei transessuali, e usa Twitter per rivolgersi direttamente al presidente.

"Ho un messaggio per il presidente Trump - dice in un video - da repubblicana a repubblicano (la Jenner è infatti di fede repubblicana), questo è un disastro e lei può ancora porvi rimedio. Lei ha fatto la promessa di proteggere la comunità Lgbt". Poi simulando il gesto di una telefonata dice, "Mi chiami".

L'atleta olimpica diventata star dei reality show, al secolo Bruce Jenner mentre era sposato con Kris Kardashian, patrigno di Kim Kardashian, finora era stata in silenzio dopo la decisione di Trump di revocare la direttiva che consente agli studenti trans di usare i bagni pubblici a seconda dell'identità di genere e non quella della nascita. Durante la campagna elettorale, inoltre, aveva detto che il magnate era una scelta migliore della Clinton per le donne.

In un altro messaggio su Twitter, la Jenner si è rivolta ai giovani trans e li ha invitati a non scoraggiarsi. Infine prendendo spunto dallo studente trans della Virginia Gavin Grimm, il cui caso sarà ascoltato dalla Corte Suprema il prossimo mese, la Jenner ha detto a Trump, "Signor Presidente, ci vediamo in tribunale".

SDA-ATS