Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro delle finanze tedesche Wolfgang Schaeuble (foto d'archivio).

KEYSTONE/EPA/OLIVIER HOSLET

(sda-ats)

Il ministro delle finanze tedesche Wolfgang Schäuble ha dato la colpa alla politica espansiva della Banca centrale europea (Bce) di Mario Draghi per il tasso di cambio "troppo basso" per la Germania.

In un'intervista al quotidiano Tagesspiegel, Schäuble ha così risposto alle critiche dell'amministrazione Trump che ha accusato la Germania di manipolare il tasso per favorire l'export tedesco.

"Il tasso di cambio dell'euro - ha spiegato il ministro - è troppo basso per la posizione competitiva dell'economia tedesca". "Quando il presidente della Bce Draghi - ha aggiunto - ha varato la politica espansiva della Bce gli ho detto che questo avrebbe portato in alto il surplus dell'export della Germania". "Avevo promesso di non criticare pubblicamente questa politica - conclude - ma io non voglio essere criticato per le sue conseguenze".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS